Gestione medico-infermieristica del paziente, al via un corso intensivo della Casa di cura Di Lorenzo

Scurcola Marsicana. Mercoledì si terrà il corso pratico finalizzato allo sviluppo continuo professionale: “Gestione medico-infermieristica del paziente ad alta complessità in ambiente non intensivistico”. Il corso, che avrà sede all’hotel Olimpia, a Cappelle dei Marsi, fa parte del programma di Educazione Continua in Medicina curato dalla Casa di cura Di Lorenzo. Il corso è stato organizzato su iniziativa del dottor Salvatore Petroni, Responsabile del Reparto di Anestesia, Rianimazione e Terapia intensiva della Casa di Cura Di Lorenzo ed ha come obiettivo la diffusione delle “good practices” mediche ed infermieristiche, relative ad alcuni argomenti di rilevante importanza nella gestione del paziente ad alta complessità in ambiente intensivologico. Saranno affrontati alcuni tra i temi di maggior rilevanza in tale ambito come la gestione delle vie aeree, la nutrizione artificiale nonché gli aspetti tecnici e gestionali degli accessi vascolari. Le diverse relazioni previste nelle due sessioni del corso saranno accompagnate da esercitazioni pratiche e su manichini dedicati.

http://www.marsicalive.it/?p=150534

IL NOSTRO CENTRO DI CHIRURGIA PER L'OBESITA' IN PRIMA LINEA NELL'ATTIVITA' CHIRURGICA ITALIANA

IL NOSTRO CENTRO DI CHIRURGIA PER L'OBESITA' IN PRIMA LINEA NELL'ATTIVITA' CHIRURGICA ITALIANA

Dal 6 all’8 aprile si è svolto a Venezia presso la Fondazione Cini il XXV congresso nazionale della SICOB (Società Italiana di Chirurgia dell’ Obesità).
In una location suggestiva e ricca di storia quale il monastero benedettino dell’ Isola di San Giorgio Maggiore i maggiori esperti italiani della chirurgia dell’ obesità si sono incontrati e confrontati per 3 giorni con sessioni vi
deo, tavole rotonde, faccia a faccia e comunicazioni.
I lavori congressuali hanno visto la partecipazione in prima linea dei componenti del nostro centro dell’ obesità Fondazione Salus di Avezzano: il Prof. Nicola Di Lorenzo, Past President della SICOB, ha ricoperto ruoli di Presidente di sessione e moderatore, il Prof. Lesti ha presentato nella sala principale le note tecniche e importanti risultati del by pass da lui ideato, il by pass gastrico esplorabile secondo Lesti, il Dott. Altorio, oltre che rappresentare, in qualità di Delegato Regionale, le istanze dell’ Abruzzo nella abituale riunione dei Delegati Regionali, ha anch’esso svolto ruolo di moderatore di sessione.
Il Congresso ha registrato un’ ottima riuscita in termini di qualità dei lavori presentati e di partecipazione viva e attenta della comunità scientifica.

Audit clinico e/o assistenziale alla Casa di cura Di Lorenzo di Avezzano

Il rapporto medico-paziente e, più in generale operatore-paziente, ha subito un netto e percepibile peggioramento nell’ultimo decennio, in termini di fiducia reciproca e di affidamento. Si tratta di un circolo vizioso che nasce da diversi fattori: l’elevamento del livello culturale medio degli utenti; l’obbligo da parte dei sanitari di informare correttamente il paziente di tutto ciò che riguarda la sua salute; le restrizioni economiche del SSN; l’atteggiamento spesso opportunistico di società di infortunistica che aprono controversie inesistenti; la difficoltà degli operatori sanitari ad adattarsi ad un nuovo rapporto con il paziente che non è più “obbligato” a fidarsi del medico, ma che ha facoltà di valutarlo; la crisi
economica crescente e così via. Sono stati analizzati attentamente i reclami ricevuti e i contenziosi della Casa di Cura per identificare le cause principali che hanno condotto a questo scadimento del rapporto fiduciario, spinti anche dal
risultato dell’indagine sul clima aziendale svoltasi all’inizio del 2015 che ha chiaramente segnalato come elemento di maggior disagio nei medici, la paura di essere denunciati dai pazienti.
Si è trattato di un percorso di audit della durata di un anno che ha coinvolto tutti i reparti e tutte le figure professionali in maniera trasversale, al fine di identificare tutte quelle buone pratiche che potessero restituire fiducia a questo fondamentale rapporto. Al termine del percorso si misurato: nel breve termine la riduzione dei rischi e il miglioramento della soddisfazione, nel lungo termine (5 anni) la riduzione dei contenziosi.

Tra il materiale riportato in allegato troverete: il programma dell’audit accreditato, la relazione sul progetto della psicologa e la Best Practice inserita sul sito Agenas - www.agenas.it

Casa di cura Di Lorenzo: polo di eccellenza per la diagnosi e la cura delle malattie dell’apparato digerente.

Il Servizio specialistico di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva della Casa di cura Di Lorenzo si conferma come una delle più solide realtà in ambito sanitario di tutto il territorio Marsicano.

Convenzionato con il Sistema Sanitario Nazionale e certificato in conformità alla normativa UNI-EN-ISO 9001:2015, negli ultimi anni, ha potenziato la propria offerta diagnostica grazie ad un lungimirante piano d’investimenti previsto dalla Direzione della Casa di Cura

Il Servizio è attualmente dotato di apparecchiature di ultima generazione per l’esecuzione di esami endoscopici diagnostici ed operativi dell’apparato digerente. Tra queste, anche un innovativo video-endoscopio, il cui calibro di soli 4.8 mm, consente l’esecuzione di gastroscopie per via trans-nasale.

La gastroscopia trans-nasale non induce il conato, non impone l’utilizzo del boccaglio e permette al paziente di parlare e respirare agevolmente, evitando così i problemi derivanti dalle sedazioni, abitualmente utilizzate in quest’ambito. La possibilità di eseguire gli esami endoscopici in sedazione cosciente o profonda, anche con assistenza anestesiologica dedicata ove necessaria, rimane comunque una alternativa da sempre a disposizione dei pazienti della Casa di cura.

Nella Casa di Cura Di Lorenzo, sin dal 2011, è possibile sottoporsi ad enteroscopia videocapsulare per lo studio dell’intestino tenue, un tratto del tubo digerente, altrimenti non esplorabile con altre metodiche. Abbandonate le ormai tradizionali capsule videoendoscopiche, il Servizio specialistico di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva, si avvale al momento di un’innovativa tecnologia capsulare che consente una visione a 360° del lume intestinale, attualmente a disposizione di pochi altri centri specialistici in tutto il territorio nazionale.

Vista la diffusione della malattia da reflusso gastroesofageo e la crescente prevalenza di manifestazioni extradigestive ad essa correlate, quali l’asma bronchiale e la laringite cronica, il Servizio si è negli ultimi anni specializzato nella diagnosi e nella stadiazione di tale patologia e delle sue complicanze. In particolare, l’equipe diretta dal dott. Pierluigi Fiore, esegue esami ph-metrici ed impedenziometrici dell’esofago, che consentono in maniera mini-invasiva, di definire tutte le caratteristiche dei reflussi gastroesofagei, quali numero, durata, estensione, composizione e la loro correlazione con i sintomi.

Negli ultimi anni, è stata peraltro ampliata l’offerta diagnostica non invasiva, che oltre ai breath test per la diagnosi d’infezione da Helicobacter Pylori, prevede l’introduzione del test per l’intolleranza al lattosio ed il nichel patch test per la diagnosi delle allergie verso gli alimenti contenenti nichel.

Infine, per i pazienti affetti da patologie dell’ano-retto, quali emorroidi, ragadi e incontinenza, il Servizio offre da qualche mese la possibilità di eseguire manometrie ano-rettali per lo studio funzionale dello sfintere anale, al fine di meglio selezionare coloro da avviare al trattamento chirurgico e per meglio diagnosticare le eventuali complicanze post-chirurgiche.

E’ infine previsto un programma di ristrutturazione degli spazi dedicati alla Diagnostica Endoscopica, con un reparto interamente dedicato all’interno dei nuovi studi medici in corso di realizzazione presso la casa di Cura che saranno inaugurati nel corso del 2017.